Mobirise

Blog POETRONICART

CROWDFUNDING: UNA RACCOLTA PER IL CATALOGO DELLE OPERE DI MARINKA DALLOS

Team POETRONICART - Monday, October 16, 2017
Marinka Dallos nasce a Lőrinci, in Ungheria, nel 1929. Si trasferisce in Italia nel 1950, quando sposa il poeta e giornalista Gianni Toti, conosciuto a Budapest in occasione di un Incontro Mondiale della Gioventù Comunista. Negli anni Sessanta, nella casa di Monte Mario a Roma, Marinka inizia a dipingere. Est e Ovest, all’epoca separati da una cortina di ferro, si incontrano. Nei suoi quadri evoca scene di vita ungheresi ed altre italiane, per lo più romane. La vita del suo villaggio natale, le contadine in costume, e poi le piazze e i monumenti di Roma, con il suo traffico urbano, carovane di zingari, cicli e ricorrenze stagionali: sono questi i temi più ricorrenti della sua produzione. Dal 1968 le sue opere iniziano a essere esposte a Parigi, Colonia, Beverly Hills, Cracovia, Londra, Budapest all’interno di mostre di ambito naïf. Negli anni Settanta costituisce il gruppo dei “Romanaïf”. Eppure definire l’arte di Marinka Dallos “naïf” è discutibile. Lo diceva lei stessa nel 1985: “Ho formulato il mio pensiero in modo del tutto spontaneo. Non per caso sono una pittrice naïf, seppure la definizione abbia numerosi significati. Non sono innocente e neppure incolta. L’arte naïf è anche un’ideologia, perché appartiene alle classi subordinate. Il pittore naïf conserva la visione naturale delle cose.”
Marinka Dallos muore a Roma nel 1992. Il suo archivio è conservato presso la nostra associazione culturale “La Casa Totiana”, a Roma.



IL MARINKATALOGO: GLI INIZI
Nel 2013 La Casa Totiana riceve una email da Mirjam Dènes, una giovanissima studiosa ungherese di storia dell’arte, nata a Lőrinci, il paese natale di Marinka. Il suo progetto è il seguente: iniziare a studiare l’opera pittorica di Marinka Dallos, con l’intento di costruire un catalogo dei suoi dipinti. Mirjam trascorre i mesi estivi del 2013 alla Casa Totiana. Sistema la biblioteca della pittrice. Organizza l’archivio delle riproduzioni delle opere. Contatta i proprietari di cui rimane notizia nell’archivio e inizia la catalogazione dei dipinti. Sono circa 35 quelle conservati presso La Casa Totiana, alcuni dei quali esposti permanentemente presso i locali della Scuola Primaria Lante della Rovere, in Via Tevere. Rispetto al centinaio di opere, stimate inizialmente, Mirjam Dènes restituisce a Marinka un corpus pittorico di oltre trecento esemplari, distribuiti in collezioni private, gallerie e musei europei ed extraeuropei. Ne emerge una complessità pittorica che arricchisce di chiaroscuri il senso stesso della definizione di “naïf”. Attraverso alcune borse di studio, e il sostegno de La Casa Totiana, il lavoro continua con l’affiancamento di Hajnalka Korb, giovane fotografa che inizia una campagna di riproduzioni delle opere pittoriche di Marinka Dallos.

PERCHE’ UNA CAMPAGNA DI CROWDFUNDING:
Il catalogo, intitolato “Marinka Dallos. L’opera pittorica”, è praticamente concluso nella versione ungherese. Nasce in formato digitale e si compone di oltre 400 pagine a colori, impaginate da Hajnalka Korb. Il prossimo passaggio, indispensabile per la chiusura del lavoro, è realizzare l’equivalente versione in italiano per offrire un catalogo bilingue. La campagna di crowdfunding nasce per coprire gli ultimi costi di traduzione e impaginazione della versione italiana e far fronte ad alcune spese relative ai diritti di riproduzione dei dipinti conservati in diverse istituzioni museali.

A questo link potete accedere alla pagina dedicata alla campagna (anche in lingua inglese e ungherese) e potete consultare le varie tipologie di ricompense previste per ciascun contributo.

POETRONICART srl
startup innovativa
insediata presso BIC Incubatori FVG S.p.A
Via Flavia 23/1 - 34148 Trieste
ITALY

P. IVA IT01282080322

Contacts
Email : info@poetronicart.it
Phone: +39 040 8992235
Fax: +39 0432 289484

Thanks for filling out form!